CORSO DI FORMAZIONE

 

RSPP - Requisiti Professionali

 

Il datore di lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/08 deve obbligatoriamente istituire all'interno della propria struttura lavorativa un servizio demandato all'Organizzazione e alla Gestione della Tutela della Sicurezza e della Salute dei lavoratori, questa struttura è costituita dal "Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi", da intendersi come "l'insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero nell'unità produttiva".

L'articolo 18, comma 1, D. Lgs. 81/08 stabilisce che il datore di lavoro deve designare, all'interno dell'azienda/unità produttiva:

  • il RSPP - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione; 

inoltre l'articolo 31, comma 1 e 2, D. Lgs. 81/08 stabilisce che il datore di lavoro deve organizzare, all'interno dell'azienda/unità produttiva il servizio di prevenzione e protezione, in cui sono presenti:

  • gli ASPP - Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione; 

sia il RSPP che gli ASPP devono essere in possesso delle capacità e requisiti professionali esplicitati all'articolo 32.

Se le capacità dei dipendenti sono insufficienti, il datore di lavoro può fare ricorso a persone o a servizi esterni all'azienda e anche in questo caso "il responsabile del servizio esterno deve possedere attitudini e capacità adeguate".

Requisiti per svolgere le funzioni di RSPP

Per poter svolgere le funzioni sia di addetto che di responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi

  1. "è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore

  2. ed essere inoltre in possesso di un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative" 

L'articolo 2 D. Lgs. 195/03 ha demandato alla Conferenza Stato - Regioni il compito di individuare in dettaglio i contenuti, la durata e le modalità di svolgimento dei corsi di formazione necessari per poter svolgere le funzioni di RSPP e di ASPP per le diverse attività lavorative. 

Iter formativo per poter svolgere le funzioni di

  • il RSPP - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione; 
  • gli ASPP - Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione; 

Il provvedimento prevede specifici percorsi formativi articolano in tre moduli:

 

Modulo A ( h 28 ): 

Corso Base per lo svolgimento della funzione di RSPP e di ASPP della durata di 28 ore. 
Gli argomenti da trattare sono:
  • L'approccio alla prevenzione attraverso il D. Lgs. 81/08 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori;
  • Il sistema legislativo e il rispettivo esame delle norme di riferimento;
  • Gli attori del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08, i compiti, gli obblighi e le responsabilità civili e penali;
  • Il sistema pubblico della prevenzione;
  • I criteri e gli strumenti per l'individuazione dei rischi;
  • Il documento di valutazione dei rischi;
  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa;
  • Il rischio incendio ed esplosione;
  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di sicurezza e salute;
  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla normativa di igiene e lavoro;
  • Le ricadute applicative ed organizzative della valutazione del rischio. 

N.B. 

È obbligatorio per tutte le classi di attività lavorative ed è propedeutico per i moduli specifici di specializzazione che i partecipanti conseguano l'idoneità alla prosecuzione del corso mediante test di accertamento delle conoscenze acquisite.

Modulo B ( h 12 / h 68 )

Corso di specializzazione adeguato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle diverse attività lavorative. 

La durata oscilla da 12 a 68 ore in funzione del macrosettore ATECO di riferimento.

Gli argomenti approfonditi sono: 
  • Rischio agenti cancerogeni e mutageni;

  • Rischi chimici (gas, vapori, funi, polveri, nebbie, liquidi, etichettatura);

  • Rischi biologici;

  • Rischi fisici (rumore, vibrazioni, videoterminali, microclima e illuminazione, radiazioni);

  • Rischi derivanti dall'organizzazione di lavoro (ambienti di lavoro,movimentazione manuale dei carichi, movimentazione merci: apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto);

  • Rischi infortuni (rischio elettrico, meccanico, di cadute dall'alto);

  • Rischio da esplosione (atmosfere esplosive);

  • Sicurezza antincendio (prevenzione incendi);

  • DPI (caratteristiche e scelte). 

Durante lo svolgimento del modulo sono previste prove intermedie ed una verifica finale a completamento, attraverso colloquio o test finalizzati all'accertamento del possesso delle competenze cognitive relative alla vigente normativa sulla sicurezza e sulla salute del lavoro.

L'esito positivo della verifica, unitamente al 90% del monte ore complessivo, consente il rilascio dell'attestato di frequenza.

In considerazione della specificità del corso, gli RSPP e gli ASPP, che sono stati formati per un macrosettore, possono svolgere le funzioni soltanto per lo specifico macrosettore e nel caso vogliano svolgere le funzioni per uno diverso devono prima effettuare la specifica formazione.

La frequenza del modulo costituisce credito formativo con fruibilità quinquennale, anche per l'eventuale nomina a RSPP o ASPP in un'altra azienda dello stesso macrosettore e, ad ogni modo, dopo i cinque anni scatta l'obbligo di aggiornamento. 

Modulo C ( h 24 )

Corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP e riguarda problematiche anche di natura ergonomia e psico - sociale, di organizzazione e di gestione delle attività tecnico-amministrative, di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali. 

La durata è di 24 ore. 

Gli argomenti tratti sono: 

  • Organizzazione e sistemi di gestione;

  • Sistema delle relazioni e delle comunicazioni; 

  • Rischi di natura psico-sociale;

  • Rischi di natura ergonomica;

  • Ruolo dell'informazione e della formazione.

Sono previste prove intermedie e verifiche finali. 

L'esito positivo della verifica finale, colloquio, unitamente alla presenza del 90% di ore complessive del monte ore, consente il rilascio dell'attestato di frequenza con verifica dell'apprendimento. 

La frequenza del Modulo "C" vale per qualsiasi macrosettore e costituisce credito formativo permanente. 

 
Obbligo per RSPP e ASPP  della partecipazione a corsi di aggiornamento
L'articolo 32 comma 6 D. Lgs. 81/08 prevede l'obbligo di partecipazione a corsi di aggiornamento da effettuarsi con periodicità quinquennale.
RSPP: Sono previsti corsi di di aggiornamento di 40 o 60 ore, in relazione al macrosettore ATECO;
ASPP: Sono previsti corsi di aggiornamento della durata di 28 ore per tutti i macrosettori
Home Page